Il guaio di essere me

Il guaio di essere me è che ormai hai imparato a usare solo la testa, così oltre a reprimere la parte di te che andrebbe tirata fuori, impedisci agli altri di scorgerla.

Quando ti capita di potere avere l’amore, non lo afferri più. Te lo fai scivolare addosso senza che ti tocchi davvero, lo scansi, chiudi il cuore e scappi.

Per quanto vorresti avere qualcuno vicino, alla fine ti ritrovi sola. Perché non ti fidi più, perché non sai lasciarti andare, ormai abituata a tenere alto lo scudo, perché la persona che hai di fronte sei certa che non ti capisca davvero, i tuoi meccanismi di difesa chissà se li ha almeno percepiti, nemmeno ti impegni a mostrarti per come sei davvero, un po’ per paura e un po’ per pigrizia (tanto è inutile, quando se ne andrà non farà la differenza).

Non importa se lo guardi lì sotto casa mentre il cuore ti grida di correre giù per le scale scendendo tre gradini alla volta, nella tua testa non farai che ripetere “Devo stare attenta, se sbaglio ne approfitterà. Non devo dargli troppo, non saprà farsene niente comunque”.

Il guaio di essere me è che non sai parlare di queste cose, sai solo scriverle.

E come fai quando scendi e ce l’hai di fronte? Come glielo spieghi? E anche se ci riuscissi, capirebbe? Gliene fregherebbe qualcosa?

Il guaio di essere me è che ormai preferisci lasciare perdere. Pensi “E’ meglio così, sarebbe stato inutile”, così dietro la tua armatura di spine te ne esci con qualche stronzata, niente di elaborato, poche parole ben scelte che gli permettano di sparire senza ripensamenti.

Tanto oggi è tutto così facile, perché perdere tempo dietro una come te?

Visto? Non ha capito, ha preso e se n’è andato.

Il guaio di essere me è che poi a quel punto non ti senti più leggera, anzi. Vorresti essere come le altre, loro sono giuste, tu fai solo casini.

Il guaio di essere me è che fare da sola ti riesce troppo bene, talmente bene che altrimenti non sapresti come fare.

Il guaio di essere me è che la realtà è l’unica versione che accetti, quelle rarissime volte che ti concedi un sogno finisci col rinnegarlo e maledirlo.

Il guaio di essere me è che ad un certo punto, hai accettato che le cose vadano solo in questo modo.

Francesca Lizzio


©Copyright 2015

segui cuore di cactus su Facebook


Annunci

3 pensieri su “Il guaio di essere me

  1. Il guaio di essere me invece è che ormai, dopo averne passate molte, sono senza filtro e quindi, a differenza della classe elegante con cui tento di curare il blog, con le persone sono molto diretta, dico tutto quello che penso e elargisco anche dei vaffa grossi come una casa.
    Il guaio di essere me è che non riesco più a rassegnarmi a stare buonina e sto lottando con tutte le mie forze per costruire la strada che voglio e quando non ce la farò prenderò una delusione pazzesca, piangerò un po’ e poi inizierò con un nuovo progetto sempre pronta a sbattere contro un muro nuovo!
    Soprattutto il guaio di essere me è che vivo molto più nel mio mondo parallelo che con i piedi per terra, e sogno, oh se sogno, anche troppo.

    Liked by 2 people

  2. “Il guaio di essere me è che non sai parlare di queste cose, sai solo scriverle.”
    Sì sono io, presente.

    “Il guaio di essere me è che la vita la guardi da fuori e mai da dentro.
    Il guaio di essere me è che ad un certo punto, hai accettato che le cose vadano solo in questo modo.”
    Sempre qui, non mi muovo. Sono ancora io!

    Il guaio di essere noi è che siamo preziose anche se non lo sappiamo e se non ce ne accorgiamo.
    Il guaio di essere noi è che dovremmo crederci di più e capire che no non è solo così che va il mondo. Non sempre. E ti auguro di scoprirlo presto!! Te lo meriti.
    Sei un’anima bellissima anche se vorresti essere come le altre, che però non arriveranno mai a valere quanto te. Ricordalo!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...