Timida

Timidezza. Odio questo termine, avrebbero dovuto chiamarla Timifezza.

Quando si è timidi succede che quasi nessuno ti capisce. Ti guardano e pensano che tu sia fredda, antipatica, snob, senza sentimenti. Ti guardano senza sapere che magari prima di parlare tremi, che magari pensi tanto e hai una tua opinione su tutto ma non pensi ci sia qualcuno che voglia ascoltarti, pensi che non sia un granché la tua voce.

Coi timidi ci vuole pazienza, dolcezza, rispetto, ci vuole una dose maggiore di tutto e sono i primi a non esserne entusiasti. Vorrebbero essere come gli altri, vorrebbero mostrarsi subito per quelli che sono realmente, piuttosto che sentirsi perennemente bloccati da un qualcosa che nemmeno loro sanno bene cos’è. I timidi non sanno parlare, specie delle cose importanti. Hanno più paura del normale e non si sentono normali. I timidi non si fanno notare e proprio per questo, quasi nessuno riconosce mai loro dei meriti.

Se sono fortunati imparano a riderci sopra, ma se non lo sono restano al riparo nel loro rifugio, magari pensando di non essere niente di che e raramente qualcuno prova e/o riesce ad avvicinarsi.

La Timifezza è subdola e meschina, crea un bel muro tra te e il resto del mondo. E’ capace di farti sentire enorme come un elefante in una stanza piena di cristalli o minuscola come una qualche specie strana e brutta di insetto. E’ capace di farti sentire insicura anche se nel profondo magari sai che non ne hai motivo. Ti ci senti sempre, comunque.

Sei timida e a volte anche gli altri la vedono come una malattia. Sei timida e spesso vorresti avere il mantello dell’invisibilità. Non sai essere come gli altri perché la natura ha voluto così, ti ha voluto bruco e mai farfalla e sta a te scoprire se e quando avverrà la trasformazione. Sta a te anche accettare che la maggior parte delle persone preferisce fermarsi al primo sguardo, piuttosto che andare oltre la superficie e toccare con mano che c’è di più.

“La timidezza è un tratto della personalità che caratterizza in varia misura il comportamento di un individuo improntato a esitazione, ritrosia, impaccio e pudore superiori a quanto manifestano in analoga situazione altri soggetti, ovvero ad una minor socievolezza.

Spesso è accompagnata dall’emotività che si esprime in rossore del viso, sudorazione, incertezza nell’eloquio, tremori, posture goffe, ecc. Tuttavia non va considerata una patologia, ma un aspetto normale della personalità.

Generalmente una persona timida evita il contatto oculare con l’interlocutore, si esprime con frasi brevi ed evita di porsi al centro dell’attenzione, perché teme moltissimo il giudizio degli altri. L’eccessiva emotività inoltre può ostacolare in alcune occasioni particolarmente stressanti la lucidità di pensiero e la capacità di comunicare.

Il timido tuttavia può essere in molti casi particolarmente apprezzato per la sua personalità: per i suoi atteggiamenti cauti e sobri, per la sua tendenza a rispettare le regole, la sua attitudine empatica e le sue capacità di introspezione e di ascolto degli altri”.

Fonte: Wikipedia

Hanno dimenticato di dire che è una gran rottura di scatole.

Francesca Lizzio


©Copyright 2015

segui cuore di cactus su Facebook


Annunci

7 thoughts on “Timida

  1. Sono d’accordo con te, purtroppo…avrebbero sì dovuto chiamarla “timifezza”! Spero che tu non sia sfortunata quanto me: timida ed estremamente emotiva, e sopratutto…il mio viso riesce a diventare bordeaux anche per un semplice “ciao”. Se devo ripensare a quante figuracce, incomprensioni o errori di giudizio mi sono imbattuta riesco ad essere timida anche con me stessa. 😦

    Liked by 1 persona

  2. Timifezza mi è piaciuta troppo! E comunque, ne faccio parte anch’io di questa ”categoria”. Per me, la cosa peggiore, è non saper controllare il rossore del viso… che anche se volessi fingermi più spigliata, sono fregata da ciò. Sai? Cerco sempre di capirmi a fondo, e un giorno trovai una cosa che mi descrive troppo, ”disturbo evitante di personalità”. Appena puoi, dai un’occhiata a questa patologia… perché a volte penso che vi sia qualcosa di più profondo dietro una ”semplice” timidezza. Ciao! 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...