Donna per caso

Donna per caso di Jonathan Coe.

Donna per casoImmaginate una giovane donna. Chiamiamola Maria. Ha tutti i numeri per guardare a un futuro pieno di opportunità. Ha successo a scuola. I ragazzi la corteggiano. La famiglia fa il tifo per lei. Eppure da subito è chiaro che Maria si muove nel mondo con la singolare consapevolezza che il caso è più forte della volontà. Le cose capitano, e non c’è altro da fare che guardarle accadere. Con un misto di stupore e disincanto. Immaginate di essere accanto a Maria e di poterla seguire come un osservatore selettivo che decide cosa è importante sapere e non sapere della sua vita. Di entrare nella vita di Maria, di squadrarla da ogni lato e di spiarla con compagne di college, corteggiatori, mariti, figli, con tutto quello schieramento di esistenze che chiamiamo “gli altri”. Gli altri, ovvero una consistente parte della casualità. Ma esiste un grimaldello capace di far saltare l’apparente freddezza esistenziale di Maria? O tutto è destinato a finire com’è cominciato, vale a dire “per caso”?

La storia di Maria l’ho percepita come fosse una barca alla deriva, dapprima in grado di recuperare il mare ma poi distrutta da quelle che si, sono le casualità della vita, ma anche le scelte sbagliate che spesso ci fanno naufragare, appunto.

La protagonista ha una vita promettente e serena, ma a poco a poco scivola in una lenta apatia e si abbandona alla depressione e all’infelicità. L’incontro con le persone sbagliate, prive di sostanza, la devasterà a tal punto.

Maria è persa tra i suoi pensieri e le sue riflessioni al punto da non riuscire a reagire nemmeno alle ingiustizie, perché rassegnata ad una visione pessimistica della vita e cinica dell’amore. S’interroga spesso anche sul senso della sua stessa esistenza. Appare imperturbabile, rassegnata al fatto che tutto dipenda dal caso, come se nulla dipendesse dalla sua volontà, dai suoi sogni, dai suoi desideri.

E’ un romanzo di una sincerità disarmante, lo stile dell’autore è schietto e sarcastico.

Il messaggio che ho percepito è vivi adesso e a modo tuo, perché non ci sarà una seconda occasione.

Francesca Lizzio


©Copyright 2017

–  seguimi su Facebook e su Instagram

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...