Coraggio

Ci sono gesti che non dimenticherò mai. Quando una ragazza mi ha scritto che oltre ad averlo adorato, l’avrebbe regalato alla migliore amica per il compleanno. Quando un’altra mi ha raccontato del suo periodo non roseo che però è stato un po’ più leggero perché si è ritrovata tra queste pagine. O quando un’altra mi ha detto di aver tormentato le amiche finendo col contagiarle, dicendomi che più o meno tutti abbiamo un cuore di cactus.

Quante volte mi avete fatto sorridere, ridere, commuovere.

Grazie. Grazie per i messaggi, per le vostre foto, mi auguro che questa storia vi faccia bene e che attraverso Sara vogliate più bene a voi stesse.

Nella vita nulla è facile, nulla è solo rose e fiori. Le delusioni sono sempre dietro l’angolo, la cattiveria e l’invidia sono sempre in agguato. Però quando penso al buono che lotta per resistere, in me, in voi, mi faccio coraggio. Quindi, anche se non è facile, non dobbiamo cedere. Vi auguro proprio questo e di avere accanto qualcuno che vi sostenga, che vi ricordi che perfino i cactus fioriscono e quindi anche voi potete farcela.

Ci sono gesti che non dimenticherò mai

Francesca


segui cuore di cactus su Facebook

Annunci

Il bene che mi fate

Messaggio Valeria - Copia
m
Voi non avete idea del bene che mi fate quando mi scrivete questi messaggi. Siete in grado di farmi sorridere anche nei momenti in cui mi sento sopraffatta dai problemi, dalle preoccupazioni, dalla quotidianità, quando qualcosa va storto o addirittura sono giù di corda.
Quindi sono io che vi ringrazio.

Francesca


segui cuore di cactus su Facebook

Siate sensibili

Chi mi segue da tanto ormai sa che persona sono. Non mi interessano i numeri, le classifiche, scrivo per il cuore, perché ne ho bisogno per stare bene e amo fare stare bene gli altri.

Questo libro è un sogno che ero certa sarebbe rimasto tale se non fosse stato per le persone (incluse voi) che hanno voluto offrirmi questa occasione. Non esisterebbe. Lo so, l’ho ribadito tante volte anche nelle interviste che mi sono state fatte negli ultimi mesi, ma ci tengo a sottolinearlo.

Sono grata ogni giorno per i traguardi che ho raggiunto da quando è nato questo rifugio, ne vale la pena sempre, anche se non è tutto rose e fiori. Chi mi segue dall’inizio capirà a cosa mi riferisco (chi vuole legga qui). Da quando è uscito il libro ho ricevuto tanti bellissimi messaggi, e-mail, complimenti, un riscontro che non mi aspettavo, perché sono talmente abituata ad essere maltrattata dalla sfiga e da persone schifose che ormai è il bene a sorprendermi.

Arrivo al punto: vi ringrazio del vostro interesse, ma se volete recensire il romanzo o leggerlo prima di un’intervista dovrete acquistarlo come chiunque altro. Se non vi sta bene, nessuno vi obbliga né a leggerlo né a recensirlo. Non ho intenzione di inviare copie gratuite a chiunque, perché nessuno mi paga per essere intervistata o per tutti gli altri articoli dedicati al romanzo e non sono diventata ricca, vi assicuro che a me spetta una parte minuscola del ricavato delle vendite. Tutti pensano che una volta che scrivi un libro i soldi ti pioveranno dal cielo, tutte le porte si spalancheranno, ma non è così. Sono una ragazza come chiunque altra che cerca stabilità in un Paese che offre soltanto incertezze e illusioni. Lotto come chiunque altro per conquistare un’indipendenza economica e una posizione lavorativa.

Non ho privilegi e non ho nessuno che mi spieghi come si fa a promuovere un libro o che mi dia dei semplici consigli, è qualcosa che sto imparando strada facendo e credetemi, dall’altra parte non sempre trovo persone gentili e oneste. Quelle poche che trovo le ricambio sempre: mi offrono pubblicità, ricambio con pubblicità, com’è giusto che sia.

Se vi metteste nei miei panni, anche voi restereste basiti di fronte a qualcuno che pretende copie gratis.

Ecco i link dove potete acquistarlo in e-book o in cartaceo: Amazon, Kobo, ibs.

Vi ringrazio e mi raccomando, siate sensibili. C’è troppa mancanza di empatia e rispetto, c’è bisogno di comprensione. Non fate ad altri ciò che voi stessi non vorreste subire, perché la ruota gira e il karma trova sempre il modo di farci raccogliere ciò che seminiamo.

Francesca


segui cuore di cactus su Facebook

Ho perso il conto

G - 6 Luglio 2017

Messaggio -

Screenshot_2017-08-27-18-34-05

Mi capita sempre più spesso di non trovare le parole per poter dire quanto mi emozionate. Mi regalate una gioia che riempie il cuore.

Riuscite a immaginare quello che provo quando ricevo questi messaggi?
In due anni ho perso il conto di tutte le volte in cui mi avete scritto, di tutte le volte che mi avete fatto sorridere.
Grazie, grazie, grazie.

Francesca


segui cuore di cactus su Facebook

Quello che mi auguro

Screenshot_2017-08-11-19-02-24

Questa ragazza mi aveva già scritto alcune di queste parole, eppure non sa che emozione mi ha regalato. E’ indescrivibile e bellissimo, soprattutto perché quello che mi auguro è esattamente questo, che Sara entri nei vostri cuori. Vi faccia sentire comprese, meno strambe, meno sole.

Amazon

Grazie a voi, sempre.

Francesca


segui cuore di cactus su Facebook

Si

Screenshot_2017-07-14-21-46

E’ il mio “Si”, senza “ma” e senza “se”.
Un raro “Si” pieno, totale, in mezzo ad una folla di “Vorrei, ma” – “Ci tengo a te, ma” – “Se solo” – “Adesso no, ma”.
Una di quelle rare volte in cui sono andata bene così come sono, per quello che sono. In cui non mi sono sentita “meno” o messa da parte perché “Tu capisci, te ne farai una ragione, sei forte”. Si, capisco, me ne faccio sempre una ragione. Forte? Non lo so, per scoprirlo ho scritto questa storia. Ho scritto di Sara perché ci siamo scoperte simili ed entrambe abbiamo una cosa importante da far sapere. A chi vorrà ascoltare, per una volta.
L’ho scritta per tutte le persone che in questi due anni hanno trovato conforto in cuore di cactus. Per chi mi ha scritto dicendomi che la mia esperienza gli ha dato coraggio, la speranza che tutti possano realizzare i propri sogni ed è bellissimo, è meraviglioso fare un regalo del genere a qualcuno.
Grazie per tutte le volte in cui mi dedicate parole e gesti d’affetto, per quando mi raccontate quanto vi sentite vicine a Sara e per tutte le foto del libro nelle vostre vite.
Non credevo che avrei mai vissuto qualcosa di così bello.

Vi auguro di trovare il vostro “Si” che vi accolga e vi accetti per quello che siete.

Francesca

F

segui cuore di cactus su Facebook