“Sapessi cosa costa germogliare a freddo in un terreno senza pace.”

Alda Merini


Nata nel 1992, amara, sarcastica, ironica, timida in modo patologico.
Mi difendo ad oltranza, “a tutto spine”.
Amo scrivere e soltanto in questo modo riesco a tirare fuori quello che ho dentro, a sentirmi meglio e a fare chiarezza.
Scrivere è l’unica cosa che mi fa sentire giusta in tutti i sensi.

Mia madre mi chiama da sempre fiore di cactus, ma in realtà mi sento più spina che fiore.
L’amore non è cosa mia, eppure lo trovo sempre tra le mie parole.
Non so parlare di me, anzi, non so parlare proprio, scrivo anche per questo.
Scrivere mi salva, mi aiuta a raccogliere i pezzi e a sentirmi meno sola.
Per un po’ ho scritto usando uno pseudonimo, ovvero Sally Liz. Poi, finalmente, ho trovato il coraggio di essere me stessa a tutti gli effetti.
Trovate un po’ di me anche qui.

17-8-17

Francesca


“Mi sentivo ed ero un libro con righe chiare di parole sensibili e taglienti, nessuno sapeva intravederne le fragilità, si pungevano e andavano via.
Sono sempre stata e mi sono sempre sentita come un libro aperto, circondato da analfabeti.”

Sylvia Plath


2-12-16 4-9-16

Foto Gaia contest fotografico PE - Copia

Disponibile su tutti gli store online in formato e-book e in cartaceo

Per i blog interessati a leggerlo per un’intervista o per una recensione, leggete qui.


Annunci